NON CAMBIERÀ NIENTE.

Il volto allo specchio, quasi uguale a ieri.
Gli stessi alberi in giardino.
Le solite scarpe.
Il lavoro quotidiano.
I pensieri irrequieti e ciclici in testa.
Il mantra degli uccelli che cinguettano.
La vetrina lucida della pasticceria, nonostante il temporale abbia travolto tutto di pioggia e di fango.
Chi avrà pulito?
Il semaforo verde, poi giallo, infine rosso.
La coda di macchine borbottanti con le loro consuete e rantolanti esalazioni di smog.
Gente come formiche indaffarate che non hanno mai visto, non hanno sentito, hanno già dimenticato. Come sempre.
Il cielo ancora grigio, ancora.
L’aria umida che è già dentro le ossa.
Andata e ritorno.
Stasera non si vedrà nemmeno la luna.
E sarà nuovo silenzio senza musica e senza musica nessuna festa, nessun ballo.
Il vestito elegante rimarrà appeso nell’armadio, l’orologio d’oro scandirà i suoi lunghi secondi nel cassetto.
Senza fame lui si infilerà nel letto ancora sfatto sperando che sia giunta la notte.
Nel buio è sempre notte.
E chiuderà gli occhi per dormire.
Può darsi che il domani arriverà puntuale. Ancora.
Forse arriverà.
E non cambierà niente.
Non cambierà davvero niente.
Niente.

Annunci

Autore: Lady Nadia

Adoro leggere, scrivere, vendere i libri. Sono libraia da sempre. Prendo spunto da personaggi o fatti del quotidiano e sento l'esigenza di amplificarli e tradurli in racconti o poesie. Mi diverte, è uno sfogo e una passione.

29 thoughts on “NON CAMBIERÀ NIENTE.”

  1. Concordo con Alessandra: pennellate di poesia che descrivono la fragilità della vita. Quando iniziamo a percepire che nulla cambierà significa che siamo vicini a quella pericolosa giostra della depressione dove è facile salire e difficilissimo scendere. Meglio cambiar strada, andare a ballare con la pioggia, indossare l’orologio d’oro per l’ufficio, seminare piantine nel giardino, pulire i vetri dell’auto, profumare la camera, fare due telefonate, accendere la radio e mangiare un panino con un amico fidato.

    Ciao Nadia, sempre super 🙂

    Liked by 1 persona

  2. A volte non cambia niente, altre ancora cambia tutto anche se non siamo noi a volerlo.
    Uno spaccato della quotidianità, di quelle verità che crediamo immutabili e che per molti sono purtroppo vitali perché ben ancorate àncore. I giorni si ripetono uguali ai giorni, è così per la maggior parte di noi; ma per gli animi più sensibili, l’immutabilità e la consapevolezza di essa non è un bene, è invece motivo di profondo scoramento. Una tristezza un po’ alla Luigi Tenco quella che qui metti nero su bianco, cara Nadia. Usando un brutto neologismo, la società si è zombificata: la maggior parte della gente si ripete e si ripete, senza neanche più pensare che qualcosa di diverso si potrebbe farla se solo non si stesse con le spalle curve pronti ad accettare il solito niente che sempre piove e viene.

    Un grido d’allarme il tuo. Che spero non rimanga inascoltato.

    Beppe

    Liked by 1 persona

  3. Ma davvero si vuole che cambi qualcosa? E cosa? Perché nel frattempo molto cambia e cambiamo e sembra sia naturale accada. Il fatto è che non si vuole che cambi ma piuttosto che accadano cose che ci facciano sentire vivi. Ho maturato l’idea che conformarsi a sé sia il vero motore del cambiamento e che in esso possano accadere cose importanti. Grazie per l’occasione di riflettere sul mutare e se puoi fai un passo a lato e guardati, troverai sorprese inaspettate e positive.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...